Una Gita Speciale

“Beyond Drifting” Mandy Barker al Castello del Buon Consiglio di Trento
Sto organizzando una gita speciale domenica 1° marzo per visitare la mostra

Se vuoi partecipare alla gita e ricevere maggiori informazioni compila il form sottostante e ti risponderò.

E’ finalmente giunto in Italia uno dei lavori più interessanti della fotografa inglese Mandy Barker. Si intitola “Beyond Drifting”. Drifting in inglese significa deriva, tutto ciò che va alla deriva, al largo, che si perde nell’immensità dell’oceano. Beyond significa oltre, quindi oltre la deriva. Drifting però indica anche tutto ciò che galleggia e quindi credo che lei ci costringa a osservare tutto ciò che sta oltre ciò che galleggia, oltre l’apparenza insomma. Mandy lo propone in modo molto elegante e creativo ma anche diretto e spietato. Tutta la sua indagine prende ispirazione dal naturalista inglese John Vaughan Thompson che agli inizi dell’Ottocento compì studi fondamentali sul plancton. Mandy, prendendo a prestito il rigore scientifico e lo stile dell’epoca ci porta a conoscere questo nuovo tipo di plancton, generato dalle microplastiche, non dalla natura ma dalla distrazione e dalla barbarie umana.

Details

Se ti piacciono i temi ambientali e la fotografia MISS PLASTIC è il laboratorio che fa per te!

Details

MISS PLASTIC

TUTTI I CORSI E I WORKSHOP HANNO UN NUMERO MASSIMO DI 12 PARTECIPANTI !!!

Questo è il limite che garantisce ad ogni iscritto di essere seguito dal “proffe” in modo professionale, serio, personalizzato, di imparare veramente, di seguire con soddisfazione i workshop, di godere lo scambio di idee con le compagne e i compagni di corso.

(Corsi e laboratori hanno una versione per le scuole con orari, quote e quorum iscritti diversi)

A CHI E’ RIVOLTO

Al laboratorio può iscriversi chiunque e si svolge presso istituzioni ed enti (ad es Circoscrizioni dei Comuni, Accademie, Fondazioni ecc).

Il laboratorio ha una versione dedicata alle scuole medie e superiori con orari e quota diversi.

CHE COSA E’

MISS PLASTIC è un laboratorio che ha per tema la presenza invasiva delle plastiche nella nostra vita quotidiana. Le questioni ambientali sono oggetto di studi scientifici, pubblicazioni ricche di dati, numeri e grafici impressionanti ma privi dell’immediatezza e della forza delle immagini. L’idea di fondo è quindi usare la fotografia come uno strumento di esplorazione. Creeremo dei set in aula, nei luoghi di lavoro, a casa, per documentare oggetti e persone del nostro quotidiano. Insomma far vedere… far vedere è un ottimo passo verso la conoscenza e la consapevolezza.
Miss Plastic insomma è un viaggio di esplorazione nel mondo della plastica e un corso professionale di fotografia: una ricetta che li rende gustosi.

COSA E COME SI IMPARA

  • Le dimensioni del fenomeno e le sue conseguenze. Slide di introduzione e piccolo esperimento in aula per dimostrare che la natura non crea rifiuti, ma trasforma e rigenera la vita.
  • Progettiamo cosa e come fotografare e scegliamo un formato preciso di presentazione.
  • Montiamo un set fotografico semplice per riprendere un oggetto di “scarto” : provare a farlo bello ci aiuta a raccontarne la storia e a riflettere su molti aspetti.
  • Nozioni base di fotografia: le 3 funzioni fondamentali della fotocamera e degli smartphone.
  • Challenge (una sfida personale) : raccogliamo le plastiche che consumiamo in 1 settimana “normale” e poi raccogliamo le plastiche che consumiamo in 1 settimana “virtuosa” (cioè cercando di farne a meno il più possibile).
  • Impariamo a scattare un ritratto personale e di gruppo: scegliamo la luce adatta e componiamo la scena.
  • Realizziamo dei ritratti con la famiglia, con gli amici, con persone sensibili al tema.
  • Trasformiamo gli scarti in qualcosa d’altro, di diverso, artistico: creiamo una piccola scultura con oggetti di plastica.
  • Raccogliamo le foto degli oggetti, dei ritratti e delle sculture, aggiungiamo i testi e impaginiamo. Organizziamo una presentazione pubblica di fine laboratorio (stabiliremo con gli enti di patrocinio, la scuola o l’istituzione se sarà una mostra, un blog, un sito o altro).

COSA SERVE PER PARTECIPARE AL CORSO

  • Una fotocamera reflex, oppure una compatta con regolazioni manuali (funzione M) oppure uno smartphone, meglio se di ultima generazione (installazione di un paio di app utili).
  • Accessori OPZIONALI molto utili e poco costosi: 1 cavalletto, telecomando per scattare senza toccare la camera, supporto per fissare lo smart sul cavalletto.
  • Un pò di tempo per preparare i materiali della lezione successiva e quelli per lo show finale.

CALENDARIO, ORARI, PROGRAMMA DELLE LEZIONI, QUOTA

Date di partenza:  21 gennaio 2020, 25 marzo 2020
6 incontri di 2 ore ciascuno, il giovedì dalle 21 alle 22,45
aule della 3a Circoscrizione del Comune di Verona a San Massimo

La quota di iscrizione è di 150 € e va versata almeno 6 giorni prima della data di partenza
Compilare il form / inviare una mail per ricevere le istruzioni del bonifico / altre informazioni per telefono

Il laboratorio parte con minimo di 6 iscritti (il numero massimo di partecipanti è 12).

Niente classi sovraffollate! Così si riesce a seguire ogni studente in modo professionale, individuale.

Nel caso non si raggiunga il quorum la quota verrà restituita oppure è valida per iscriversi al corso successivo o ad altri laboratori
Se non si può partecipare a causa di un imprevisto, è necessario comunicarlo 6 giorni prima della lezione 1. Dopo questa scadenza la quota versata non viene restituita ma è valida per iscriversi al corso successivo o ad altri laboratori.

Con il patrocinio dell'Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona.

Details

Se vuoi iscriverti o ricevere maggiori informazioni contattami pure.